La fatica di essere mamma

Per tutte quelle volte che hai pianto, per tutte quelle volte che ti sei arrabbiato, per tutte quelle volte che mi hai urlato: ” Mamma sei cattiva”.

Per tutte quelle volte in cui con speranza ti ho preparato degli oggetti con cui ti saresti potuto calmare che però non ti sono serviti.

Per tutte quelle volte in cui ti avrei voluto abbracciare invece tu mi hai respinto.

Per tutte quelle volte in cui non sono riuscita a trattenermi e ho urlato.

Per tutte quelle volte in cui non ti ho dato il buon esempio.

Per tutte quelle volte in cui mi hai detto: “Lascia stare tu non puoi capire”.

Per tutte quelle volte in cui ho abbassato lo sguardo e mi sono sentita sconfitta.

Per tutte quelle volte in cui avrei voluto disperatamente un manuale di istruzioni.

Per tutte quelle volte in cui le lacrime hanno rigato le mie guance.

Per tutte quelle volte che ho pensato di non essere la mamma giusta per te.

Per tutte quelle volte in cui mi sono sentita dire: “mamma tu vuoi più bene a lui”.

Per tutte quelle volte in cui ti ho messo a letto e sei rimasto arrabbiato e ho pensato disperatamente a un modo per farti tornare il sorriso sulle labbra.

Per tutte quelle volte in cui ho aperto un libro per cercare risposte che non riuscivo a trovare dentro di me.

Per tutte quelle volte in cui ti ho lasciato sbagliare consapevolmente, anche se faceva male ma sapendo che tu dovevi attraversare quella frustrazione per poter crescere.

Per tutte quelle volte in cui ho detto a papà:”ma secondo te che cosa dobbiamo fare oltre a quello che già facciamo? “

Per tutte quelle volte in cui hai combinato qualcosa che mi ha fatto arrabbiare e che mi sono trovata a pensare che le persone mi avrebbero giudicata male.

Per tutte le volte in cui sono uscita da un colloquio con le maestre con la testa bassa pensando che mi sarebbe piaciuto sentire altre parole.

Per tutte quelle volte in cui mi sono sentita sbagliata, delusa, affranta.

Per tutte le volte in cui mi sono sentita immensamente stanca.

Perché, diciamocelo, non ci sono solo quelle volte in cui va tutto bene, in cui bambini si comportano in modo da farci sentire orgogliosi di loro, in cui ci sentiamo brave, pazienti, amorevoli. Ci sono le giornate no, in settimane no, in mesi no, che si trasformano in periodi NO.

Ecco.

Per tutte queste volte so che ne seguiranno altrettante in cui invece mi sentirò adeguata, in cui mi sentirò una mamma sufficientemente buona.

Basta saperselo ricordare e soprattutto non pensare di essere le uniche a sentirsi così.

2 thoughts

  1. La sensazione di sbagliare troppo come mamma è una cosa che mi prende spesso, mi chiude la gola e mi fa solo desiderare di tornare indietro e ricominciare tutto da capo. E sapere che non si può aggiunge frustrazione alla tristezza.
    Poi magari all’improvviso vedo qualcosa che mi piace di me come mamma, in mezzo a tutto il casino intorno e quello basta ad azzerare tutto il resto e a pensare che non sono così male.
    Fino alla prossima volta in cui penserò di nuovo di non essere abbastanza… intanto grazie per queste tue parole, in settimane no di un periodo no sono come un abbraccio!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...